La 'bellissima maniera moderna', l'Antico e il potere. Il ruolo della Scultura nella Venezia del secondo Cinquecento

La scultura e cultura artistica a Venezia da Sansovino a Gerolamo Campagna

un progetto  Touring Club Italiano – Consoli Venezia – Itinerarte Studium

 

docente: Domenico Salamino


 

L’arrivo di Jacopo Sansovino a Venezia coincide con una fase importante di rigenerazione dei linguaggi artistici che si esprimerà completamente nell’età di Andrea Gritti. Il secondo Rinascimento prende avvio – al seguito della dipartita di grandi maestri come Giovanni Bellini, Giorgione e i Lombardo – sulle gloriose esperienze dell’Arca del Santo di Padova: cantiere questo che ancora fino oltre il 1550 catalizzerà le istanze più aggiornate della ricerca scultorea. Ma è soprattutto l’apporto del collezionismo di antichità – in particolare il ruolo in questo ambito dei Grimani, dei Barbaro, dei Loredan,  ecc. – che darà linfa al divenire di una maniera altra, e di molte maniere moderne, impegnando la nuova generazione di artisti a confrontarsi tanto con l’Antico Vero, quello archeologico potremo dire, quanto con l’Antico di invenzione, quello che da Roma, in particolare, giunge grazie alle dinamiche di committenza e alle relazioni diplomatiche e aristocratiche, all’arrivo di pezzi antichi e di artisti legati a importanti cantieri dell’Urbe.

La ricerca portata avanti dal Pordenone anticipa la declinazione speciale che il michelangiolismo inizia in Veneto: l’arrivo di disegni, di cartoni raffaelleschi; la circolazione di gemme intagliate e medaglie; e di sculture romane o copie di quelle greche, tutto questo porta la cultura umanistica a conferire alle immagini forme nuove di potenza espressiva e contenutistica, sostanziata di retorica e sofistica, di teorie che devono prendere forma nelle nuove invenzioni, rispondendo dunque alle esigenze di una élite che si ritrova in circoli e che fa governo, bramosa di utilizzare le arti come strumento di celebrazione e affermazione. 

A Venezia tutto questo comporta dinamiche particolari, diverse ovviamente da quelle romane.  La disseminazione del potere in mille incarichi di magistratura e amministrazione determina pure che, anche nelle imprese pubbliche, possano esplicitarsi istanze chiaramente riflesso delle esigenze di committenza. In tal senso, i Grimani rappresentano un caso eccezionale: non solo quando a Venezia portano i marmi romani, ma anche quando decidono che il loro patrimonio, le loro collezioni d’arte, debbano diventare patrimonio universale. 

Con Jacopo Sansovino a Venezia l’artista universale, capace di eccellere nelle diverse forme dell’arte, si fa partecipe della rivoluzione ideologica e culturale della Serenissima dopo Cambrai e prima della Riforma. Alessandro Vittoria, Gerolamo Campagna e Tiziano Aspetti, rappresenteranno tre direttrici e declinazioni della ricerca scultorea del Cinquecento e dei primi del Seicento in Veneto. 

Questo è il tempo della formazione della ‘Lengua National’ che non solo nella pittura di Tiziano, Tintoretto e Veronese; non solo nell’architettura di Sansovino, Sammicheli, Palladio e Scamozzi; ma anche nella scultura cerca soluzioni che ne facciano forma e medium capace di esprimere innovazione e identità.

Queste due lezioni, una propedeutica online e una in presenza itinerante e in visita a Venezia, vogliono proporre una indagine che chiarifichi i diversi aspetti di questo processo di evoluzione e affermazione della ‘bellissima maniera’ veneta. 


Quota di partecipazione:

 

Singola lezione online
Socio Studium | TCI € 16,00
Non socio € 19,00

 

Lezione in presenza giornata intera
Socio Studium | TCI € 25,00
Non socio € 28,00

 

QUOTA UNICA ONLINE + GIORNATA IN PRESENZA

Socio Studium | TCI € 40,00
Non socio € 47,00

 

La quota comprende: attività didattica frontale e attività didattica sul campo, oneri di segreteria e coordinamento. La quota non comprende: auricolari e radioline a noleggio per le lezioni itineranti, ingressi a chiese e monumenti. Le lezioni online saranno registrate e potranno essere richieste previo versamento di un contributo aggiuntivo pari al 15% della quota lezione.


 

info e iscrizioni: segreteria@itinerarte.it


 

| una collaborazione |


 

QUESTO CORSO FA PARTE DEL PROGRAMMA DI STORIA DELLA SCULTURA A VENZIA 2. DA SANSOVINO A CANOVA

 

Lezioni

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Praesent eu orci faucibus orci malesuada semper eget non tellus. Cras sed dignissim purus. Mauris varius neque leo, eu pellentesque justo venenatis et. Sed ultricies risus non turpis tempus, nec  nulla suscipit. In comdo urna eu turpis accumsan, et viverra mauris fringillaCras interdum 

Video 48 Min  + 2 Min read to complete

lezione prova

Il tempo che indagheremo è quello di Alessandro Vittoria, campione della Maniera moderna nella Venezia del Cinquecento. La sua figura intermedia tra quella di Sansovino e quella di Girolamo Campagna, farà da sfondo alle storie della scultura a Venezia e in area veneta. Così come la speculazione culturale e antiquaria intorno alla rigenerazione dell'Antico nuovo. Il collezionismo e l'evocazione dei monumenti romani saranno un ulteriore ambito di ragionamento e approfondimento. Questa lezione, infatti, vuole delineare –anche e soprattutto attraverso i principali protagonisti del tempo – il paesaggio storico, culturale e le dinamiche della committenza nella Venezia del Secondo Rinascimento.  

DATA: 13/04/2023

START: 17:30

END: 19:30

Questa lezione in itinere sceglie alcuni casi studio che saranno analizzati facendo perno sulle dinamiche di committenza e di comunicazione pubblica, politica e sociale. In particolare sarà oggetto di analisi la funzione della statuaria di ritratto in ambito funerario rispetto al contesto e al posizionamento dei monumenti sepolcrali. Poi, a Palazzo Grimani e, per corrispettivo, alla Biblioteca Marciana (sale monumentali) e al Museo Archeologico, si osserverà il caso particolare ma emblematico modello di committenza, prodigalità culturale e responsabilità storica delle collezioni offerte al pubblico: ovvero il ruolo della scultura nel ripensamento monumentale e celebrativo della civitas dei Veneziani.  

DATA: 15/04/2023

START: 10:00

END: 16:00

Condividi:

Contattaci

Itinerarte.it utilizza i cookie per assicurarti di ottenere la migliore esperienza sul nostro sito web.
Itinerarte.it utilizza i cookie per assicurarti di ottenere la migliore esperienza sul nostro sito web.
La nostra Missione è promuovere la diffusione della conoscenza del patrimonio storico e artistico attraverso progetti di ricerca, programmi di digital humanities, educational e formazione, corsi, seminari, viaggi…

Aree di attività

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter